Rogna nel cane, sintomi e come riconoscerne le diverse tipologie

La rogna canina, sebbene sia una patologia che il più delle volte viene curata facilmente e senza conseguenze, va affrontata tempestivamente.
La sua pericolosità deriva soprattutto dalla possibilità della comparsa di infezioni che possono determinare, in casi estremi, anche gravi problematiche; portando addirittura alla morte l’animale che l’ha contratta.

Table Of Contents

LA ROGNA

La Rogna è una malattia parassitaria provocata da diverse famiglie di acari che si comportano da ectoparassiti.
Un ectoparassita è un organismo che vive sulla superficie esterna del corpo dell’ospite, o comunque nelle sue zone più facilmente accessibili.
Può colpire diversi animali, tra cui cane, gatto, volpe, coniglio, furetto e uomo.

VARI TIPI DI ROGNA CANINA


La rogna è altamente diffusa nei cani e molto contagiosa.Il cane può essere attaccato da diversi tipi di rogna:

Rogna Sarcoptica

Conosciuta anche come scabbia.
Colpisce tutti i mammiferi, uomo compreso. È rara nel gatto.
È causata dagli acari della famiglia sarcoptes, il cui ciclo vitale dura circa tre settimane.

Le femmine depongono uova e feci nello strato superficiale della pelle dell’animale. Quando poi le uova si schiudono le larve risalgono in superficie e durante il tragitto diventano adulte.



Rogna Demodex o demodettica

È causata dagli acari della famiglia Demodicidae.

L’acaro di questo tipo di rogna si localizza nelle zone più profonde del derma.
In realtà Il parassita vive in equilibrio con il sistema immunitario dell’ospite. Solo quando si verifica un abbassamento delle difese immunitarie l’acaro prolifera e determina la comparsa dei segni clinici.

Rogna Psoroptica (Rogna Umida) e Rogna Corioptica



Simili alla Sarcoptica.
La Rogna Psoroptica è causata dall’acaro del genere psoroptes, che si localizza nelle zone dove il pelo è più folto.
La Rogna Corioptica è molto similie alla psoroptica ma ne è leggermente diverso il quadro sintomatico.

Rogna Otodettica



La Rogna Otodettica interessa, a differenza delle altre tipologie di ronga, solo il condotto uditivo del cane.

PERICOLOSITÀ PER L’UOMO



La Rogna Sarcoptica può essere trasmessa all’uomo ma raramente e con sintomatologia meno grave che nel cane (eruzioni cutanee e papule pruriginose localizzate su torace, polsi e braccia).

A sua volta l’uomo può infettare il cane.

TRASMISSIONE E FATTORI SCATENANTI

La rogna è una malattia molto contagiosa.
La sua trasmissione può variare a seconda dei casi.
Può avvenire:

– Per contatto diretto con altri animali infestati (rogna Sarcoptica).
L’acaro della Rogna Sarcoptica può resistere fuori dell’ospite per brevi periodi, quindi la possibilità di contagio indiretto (senza che avvenga un contatto tra l’animale infetto e quello sano) è molto rara.
I soggetti più a rischio per questo tipi di rogna sono i cuccioli o naturalmente quelli si trovano in ambienti dove il contatto con altri animali è più frequente e meno controllato.

– Per passaggio dalla madre al cucciolo in fase di allattamento durante i primi giorni di vita, con il cucciolo che può diventare portatore sano (Demodettica)

– I segni clinici possono apparire a causa di fattori genetici o a seguito di eventi scatenanti come la comparsa di altre malattie o a seguito dell’assunzione di farmaci (Demodettica).

SINTOMI DELLA ROGNA

Rogna Sarcoptica

  • grattamento continuo e intenso
  • prima fase: lesioni in conseguenza del grattamento (gomiti, sterno, inguine, testa, padiglioni auricolari, estremità degli arti)
  • seconda fase, soprattutto nel caso di soggetti con sistema immunitario compromesso: cute arrossata e con presenza di papule nelle aree interessate; croste e/o escoriazioni in conseguenza del grattamento
  • fase avanzata: perdita di pelo, cute ispessita

Rogna Psoroptica

  • prurito nelle zone con più pelo e lesioni in forma crostosa diffusa

Rogna Corioptica

  • prurito e lesioni concentrate soprattutto negli arti

Rogna Otodettica

  • autoraumatismi da grattamento e otoematomi
  • comparsa di cerume maleodorante di colore scuro

Rogna Demodettica



Nella forma localizzata gli animali non hanno necessariamente prurito e possono presentare:

  • formazioni di colore nerastro o giallastro sulla pelle
  • alopecia (caduta e perdita di spessore del pelo)
  • croste e scaglie
  • eritemi
  • lesioni su testa e arti

Nella forma generalizzata:

  • pustole e croste (gola, testa, spazi interdigitali)
  • alopecia
  • eritemi
  • lesioni su tutto il corpo
  • setticemia
  • prurito intenso
  • desquamazione della cute
  • dolori nelle zone interessate
  • febbre
  • linfonodi ingrossati
  • anoressia
  • zampe ingrossate

TRATTAMENTO



A causa della varietà sintomatologica di questa malattia e della facile confusione che si può fare tra i diversi tipi di rogna, è altamente consigliato rivolgersi direttamente a un veterinario al primo sospetto.

Vista l’alta contagiosità della Rogna Sarcoptica, nel caso di casi di positività bisognerebbe fare visitare anche gli altri animali che vivono a contatto con l’animale infetto.
È raccomandabile in questi casi anche un’adeguata disinfezione ambientale.